Resto al Sud: finanziamenti a fondo perduto per i giovani che investono nel Mezzogiorno

Si chiama “Resto al Sud” la nuova agevolazione prevista dal D.L. 20.06.2017 N. 91 e pubblicata nella Gazzetta Ufficiale N. 141, che ha come obiettivo quello di incentivare i giovani all’avvio di attività imprenditoriali nel Mezzogiorno.
L’intervento agevolativo, gestito da Invitalia, è rivolto ai soggetti di età compresa tra i 18 e 35 anni residenti in Abruzzo, Molise, Basilicata, Puglia, Campania, Calabria, Sicilia e Sardegna o che vi trasferiscono la residenza entro 60 giorni dalla comunicazione dell’esisto positivo dell’istruttoria.
Il decreto prevede che in caso di società, anche cooperative, possono esservi  soci anche senza i requisiti richiesti, a condizione che la presenza di tali soggetti nella compagine sociale non sia superiore ad 1/3 dei componenti e non abbiano rapporti di parentela fino al quarto grado con gli altri soci.
L’agevolazione prevede l’erogazione di un finanziamento fino al massimo di € 40.000 per ciascun richiedente (quindi in caso di società per ciascun socio in possesso dei requisiti) per il 35% a fondo perduto e il restante 65% sotto forma di prestito a tasso zero da rimborsare in 8 anni, con un tetto massimo erogabile di € 200.000 per ciascun progetto.
Sono agevolabili i progetti riguardanti la produzione di beni nei settori dell’agricoltura, artigianato ed industria e la fornitura di servizi a favore delle imprese appartenenti a qualsiasi settore.
I beneficiari non devono risultare già titolari di attività di impresa in esercizio né di un contratto di lavoro a tempo indeterminato.
Le domande si possono presentare sul sito Invitalia http://www.invitalia.it

(Visited 223 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *