Rottamazione bis : tutte le novità

Con l’art. 1 del DL 148/2017, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 16 ottobre 2017 sono state introdotte alcune novità per i ruoli affidati agli agenti della riscossione nel 2016 e 2017 e per chi non ha pagato le rate della precedente definizione agevolata entro le scadenze previste.
La precedente normativa, disciplinata dall’art. 6 del DL 193/2016 (poi convertito con modificazioni nella Legge 225/2017) concedeva la possibilità di definire in via agevolata i carichi affidati agli agenti della riscossione dal 2000 al 2016, estinguendo il debito senza corrispondere le sanzioni e gli interessi di mora ex art. 30, comma 1 DPR 602/73. Rimanevano quindi a carico del contribuente la parte capitale, gli interessi affidati all’agente di riscossione , l’aggio sulle somme rivenienti dalla definizione agevolata e le spese di notifica della cartella.
La prima novità del DL 148/2017 riguarda la possibilità di poter definire in via agevolata anche i carichi affidati dal 1° gennaio al 30 settembre 2017. Si evidenzia che non rileva la data di notifica della cartella e neppure la data convenzionale di presa in carico da parte dell’agente di riscossione ma bensì la data in cui il credito erariale è uscito dalla disponibilità dell’ente creditore (come ha specificato la circolare 2/E del 2017).
Un’ulteriore novità riguarda i rapporti con le dilazioni pregresse. I contribuenti che hanno richiesto e ottenuto la definizione agevolata delle cartelle Equitalia notificate entro il 31dicembre 2016 e che non hanno pagato le rate previste in scadenza a luglio e settembre 2017 potranno mettersi in regola e non decadere dalla rottamazione versando l’importo delle rate scadute e non pagate entro il 30 novembre 2017.
L’ultima novità riguarda infine la possibilità di presentare domanda di rottamazione delle cartelle anche per i contribuenti che in precedenza si erano visti negare la possibilità della definizione agevolata. Tale possibilità riguarda , in particolare, coloro che non erano in regola con il pagamento delle rate in scadenza entro il 31/12/2016 relativamente ai piani di dilazione in essere il 24 ottobre 2016. In questo caso è ammessa la possibilità di adesione alla rottamazione pagando le rate non corrisposte entro il 31 maggio 2018 previa presentazione di domanda all’Agenzia delle Entrate entro il 31/12/2017.
La domanda per accedere alla nuovo rottamazione delle cartelle esattoriali dovrà essere presentata entro il 15 maggio 2018 e il pagamento potrà essere effettuato in un massimo di cinque rate con scadenza 31 luglio 2018, 30 settembre 2018, 31 ottobre 2018 , 30 novembre 2018 e 28 febbraio 2019. Il modello per la richiesta di definizione agevolata sarà disponibile on-line entro il prossimo 31 ottobre.

(Visited 119 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *