Detrazioni fiscali: tutti i Bonus Casa da non perdere nel 2018

Dalla proroga fino al 31/12/2018 del bonus ristrutturazioni e del bonus mobili, alla riconferma dell’ecobonus con significative innovazioni sia sulle percentuali agevolative differenti per tipo di intervento che sulla tipologia di interventi ammessi all’agevolazione, oltre alle modifiche applicate al sismabonus e all’introduzione del nuovo bonus verde. Sono molti gli interventi che riguardano la casa delineati dalla legge di Bilancio 2018; di seguito tutte le misure nel dettaglio, che potete trovare anche nel magazine dedicato di UniCredit Subito Casa:
Bonus ristrutturazioni: confermate fino al 31/12/2018 le detrazioni fiscali previste per lavori di ristrutturazione edilizia. L’agevolazione consente di detrarre il 50% dell’importo speso per lavori di ristrutturazione fino ad un massimo di € 96.000 per unità immobiliare, da suddividere in 10 quote annuali di pari importo. L’agevolazione è concessa ai contribuenti soggetti Irpef titolari di diritto reale sull’immobile, inquilini, famigliari conviventi con il possessore o detentore, conviventi more uxorio sui seguenti interventi:
– Interventi di manutenzione straordinaria, restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia;
– Interventi di manutenzione ordinaria, manutenzione straordinaria, restauro, risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia, effettuate su parti comuni di edifici;
– Lavori necessari alla ricostruzione o al ripristino dell’immobile danneggiato a seguito di eventi calamitosi;
– Interventi relativi alla realizzazione di autorimesse o posti auto pertinenziali;
– Lavori finalizzati all’eliminazione di barriere architettoniche;
– Lavori di bonifica dell’amianto;
– Interventi finalizzati a prevenire il compimento di atti illeciti da parte di terzi.
Ecobonus: sono state differenziate le percentuali di detrazione previste per gli interventi volti ad ottenere un miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici. Sono previste infatti:
– Ecobonus al 65% , con un tetto massimo di € 100.000, per l’installazione di caldaie a gas a condensazione dotate di classe energetica A e di sistemi di termoregolazione di ultima generazione, per la realizzazione di micro-cogeneratori e per l’installazione di sistemi ibridi per il riscaldamento con una pompa di calore integrata con una caldaia a condensazione;
– Ecobonus al 50%, per l’installazione di impianti di generazione di calore alimentati da biomasse combustibili, in sostituzione agli impianti di climatizzazione invernale e per l’acquisto di caldaie a condensazione con classe energetica A che non includono sistemi di termoregolazione evoluta;
– Ecobonus al 70%, per tutti gli interventi di riqualificazione energetica delle parti comuni di edifici con un’incidenza superiore al 25% della superficie lorda; la detrazione passa al 75% per tutti gli interventi relativo al miglioramento della prestazione energetica invernale ed estiva degli edifici;
– Ecobunus al 80%, per gli interventi di riqualificazione energetica delle parti comuni di edifici destinati anche alla riduzione del rischio sismico. Tale agevolazione è prevista per i condomini situati nelle zone sismiche 1,2 e 3.
Bonus mobili ed elettrodomestici: si tratta di una detrazione pari al 50% delle spese sostenute per mobili o elettrodomestici di classe non inferiore ad A+ . Tale bonus è ammesso però solamente se collegato ad interventi di recupero edilizio iniziati dal 1° gennaio 2017.
Bonus verde: è la novità della legge di Bilancio 2018, già trattata in uno specifico articolo su questo blog, che prevede una detrazione pari al 36% per le spese sostenute per l’abbellimento di giardini e balconi, anche condominiali.

(Visited 699 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *